Distilleria Casauria Enrico Toro

La Distilleria Casauria si trova all’inizio delle Gole di Tremonti, formate dalle ultime propaggini del Gran Sasso e quelle del Monte Morrone e cioè nel tratto della statale Tiburtina Valeria che costeggia il paese di Tocco da Casauria.
Le erbe aromatiche e salutari, che servono per produrre e caratterizzano i liquori e i distillati di tale opificio, vengono raccolte sulle montagne che lo sovrastano ma soprattutto sul monte Morrone che fa da sfondo all’altopiano su cui sorge Tocco da Casauria, estremo lembo della provincia di Pescara.
Questa moderna e attrezzata azienda si avvale per altro, dei più recenti ritrovati della tecnica liquoriera per offrire prodotti sempre migliori e per garantire una qualità rispondente alle esigenze del mercato. Ma il secolare segreto delle erbe che riposano nei maceratori e delle distillazioni in discontinua, è sempre quello che si tramanda da padre in figlio.
Il sapersi rinnovare, senza per altro venire meno alle tradizioni, è costante impegno della Distilleria Casauria ed è, al tempo stesso, assoluta garanzia per i consumatori dei suoi prodotti.
La Regione Abruzzo riconosce la Centerba Toro come prodotto tipico di Tocco da Casauria.

Claudio Riva

Fondatore di Whisky Club Italia
Co-fondatore di Distillerie.IT

La famiglia Toro ha radicato la sua attività bicentenaria a Tocco da Casauria, creando con quei verdi luoghi, intimi ed accoglienti, un legame indissolubile.

Era il 1817 quando il farmacista e speziale Beniamino Toro senior creò la Centerba Toro, pregiato liquore nato dall’alchimia di erbe selvatiche e spontanee, selezionate e raccolte da mani esperte alle pendici dei monti abruzzesi Maiella Madre e Morrone.

La Centerba – il cui nome deriva da “Centum Herbora” o, in dialetto “Cianterba” – viene prodotta attraverso la lenta infusione naturale in particolari contenitori ed in ambienti privi di umidità e sbalzi termici, senza aggiunta di zuccheri o aromatizzanti. Il liquore ottenuto mostra un caratteristico colore verde ad un’alta gradazione alcolica, e dei raffinati profumi aromatici, tra i quali predominano le mente.

Un prodotto forte e gentile, da buon abruzzese che si rispetti. Apprezzata in principio da pellegrini e pastori, divenne successivamente conosciuta come vero e proprio medicamento: la Centerba Toro venne infatti utilizzata per le sue caratteristiche curative nel Regno di Napoli durante l’epidemia di colera nel 1884, con carri di Centerba Toro che ogni giorno partivano da Tocco da Casauria verso la capitale partenopea.

Nel 1972 Roberto Toro e suo figlio Enrico della F.lli Toro Specialità Centerba fondarono la Enrico Toro d.c., un’azienda moderna capace di affrontare le nuove sfide del mercato e mantenere la stessa ricetta, alla quale diedero una nuova “interpretazione”: una Centerba con un diverso timbro.

Nel 1998 La F.lli Toro chiuse il vecchio stabilimento e i prodotti vennero imbottigliati e distribuiti su licenza della Enrico Toro d.c.